Primo Caffè Europeo “Perché l’Europa? Riscopriamo le ragioni dello stare insieme”

cover-profilo-9-maggio-2017La rete “Perché l’Europa?” coordinata dall’Associazione Prospettiva Europea, Gioventù Federalista Europea Napoli, Stand Up for Europe Napoli, Aegee Napoli, inaugura il nuovo format interattivo del Caffè Europeo il 9 maggio 2017 in occasione delle celebrazioni dello Europe Day, in ricordo della Dichiarazione Schuman che ha dato inizio al processo d’integrazione europea attraverso la creazione della Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio il 9 maggio 1950.
Una ricorrenza particolare quella di quest’anno che cade nel sessantesimo anniversario dei trattati di Roma e che coincide in un delicato momento del cammino europeo che necessità di nuova linfa vitale.
Un rivitalizzazione che passa attraverso il riavvicinamento dell’Unione Europea ai cittadini affinchè l’Europa non venga più vista come qualcosa di burocratico e lontano che venga riscoperta dall’opinione pubblica nel proprio vissuto, nella propria quotidianità, nelle specificità dei propri territori.

Questo lo spirito del Caffè Europeo “Perché l’Europa? – Riscopriamo le ragioni dello stare insieme”, un format dinamico e interattivo aperto al confronto e allo scambio di opinioni per analizzare lo scenario europeo da differenti angoli di osservazione.
Un dibattito aperto alla cittadinanza, nella prestigiosa e al tempo stesso vivace cornice del Caffè Letterario Strega, a Piazza S.Domenico Maggiore nel centro storico di Napoli, stessa location della manifestazione del 6 maggio in cui è stata lanciata la rete di associazioni.

L’incontro, inserito nel VI Ciclo di Seminari di Rivista Europalab, a cura di Prospettiva Europea, ha inizio con una ricostruzione storica del processo d’integrazione a cura dei docenti del CeSEC dell’Università L’Orientale Paolo Wulzer e Francesca Ferraro che hanno illustrato le prime tappe della costruzione europea.
La Dichiarazione Schuman, ha segnato il primo passo verso l’Europa unita, un percorso che già nelle sue prime fasi ha prodotto un risultato straordinario: il superamento dei conflitti tra i paesi europei, soprattutto tra Francia e Germania, partendo dalla risoluzione delle controversie in materia di interessi economici, come ad esempio il settore del Carbone e dell’Acciaio, verso una sempre più ampia cooperazione.

Quando tale processo ha iniziato ad andare in crisi? Sono stati evidenziati 4 momenti fondamentali in cui l’UE non è riuscita a trovare le risposte adeguate ad alcune questioni cruciali:
2001 – Emergenza Terrorismo Internazionale: Mancanza di un’idonea strategia politica e militare
2008 – Crisi Finanziaria: Mancanza di una strategia di politica economica per fronteggiarla
2011 – Primavere arabe ed emergenza immigrazione: Incapacità di imporre una politica europea nel Mediterraneo e gestire i flussi migratori
2014 Crisi Ucraina: Incapacità di pervenire ad una soluzione unitaria

La fase di dibattito, raccogliendo tali spunti, si è incentrata sulla necessità del rilancio del cammino europeo, ripartendo dai territori e rilanciando una seria riflessioni sui valori comuni che devono ispirare il percorso, rimettendo al centro i cittadini in quella prospettiva di “Nuovo Umanesimo” più volte richiamata da Papa Francesco e ripresa dai leader europei.

Nella parte conclusiva della discussione i rappresentanti delle Associazioni hanno spiegato le ragioni della rete “Perché l’Europa?” e le specificità di ciascuna organizzazione nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso una piena e consapevole cittadinanza europea, che passa necessariamente verso la conoscenza delle principali tappe storiche del processo, nel riconoscimento nei valori fondanti, attualizzati nel contesto odierno, e nella comprensione delle innumerevoli opportunità dell’essere cittadini dell’Unione Europea.

Le foto dell’evento

You must be logged in to post a comment Login