Nuove sinergie per ripartire dal territorio

10-paesaggio-agricolo-marchigianoLa riflessione di Roberto Giuliani sulle sinergie necessarie per nuove progettualità di sviluppo locale.
Ripartire dal territorio, questa la premessa per nuove progettualità di sviluppo locale grazie ad un corretto utilizzo delle risorse comunitarie e al tempo stesso per il riavvicinamento dei cittadini al processo di costruzione europea, riscoprendo il senso di appartenenza all’Europa nel proprio vissuto, nella propria quotidianità e nelle differenti peculiarità delle varie realtà territoriali europee dalla cui valorizzazione deve riprendere il cammino di integrazione.

Una riflessione che da sempre anima il percorso dell’associazione Prospettiva Europea nell’implementazione di attività formative e di progettazione e nei seminari e approfondimenti della Rivista Europalab, luogo d’incontro per sinergie e collaborazioni con le altre realtà che condividano tale spirito.
In quest’ottica è nata la collaborazione con l’associazione Argomenti, che oggi si consolida con la condivisione delle rispettive iniziative editoriali e dei canali di comunicazione social, per veicolare, in modo adeguato allo scenario attuale, il messaggio di una nuova visione del rapporto con il territorio, premessa per nuovi modelli di sviluppo regionale, crescita sostenibile ed efficace funzionamento dei meccanismi decisionali, in coerenza con quel fondamentale pilastro della casa comune europea rappresentato dal principio di sussidiarietà.

In tale nuova prospettiva di sviluppo secondo una logica bottom-up, un adeguato sfruttamento dei fondi strutturali rappresenta un fattore chiave per il pieno consolidamento di quella coesione territoriale alla base della formulazione della strategia Europa 2020, ispiratrice dell’attuale programmazione europea e in fase di revisione in vista del prossimo settennato 2021 – 2027.
Al fine di garantire la piena di consapevolezza dei cittadini e di tutti gli operatori in merito alla valenza di tali opportunità e alle complessità legate alle attività di progettazione e implementazione necessarie, è fondamentale un’adeguata azione sul territorio di carattere formativo e informativo, volta a fornire quelle linee guida indispensabili a districarsi nella giungla di informazioni presenti sul web.

La molteplicità di operatori coinvolti in questo delicato processo (europrogettisti, consulenti di sviluppo territoriale, amministratori locali, pubblica amministrazione, scuole, università, imprese, professionisti e i tanti giovani in cerca di occasioni di crescita), deve saper sviluppare spiccate capacità di networking a livello locale, nazionale ed europeo. Competenze idonee a dar vita a partenariati strutturati duraturi nel tempo necessari per progettualità di ampio respiro, in netta contrapposizione all’uso purtroppo comune di partenariati ”usa e getta” costruiti occasionalmente secondo quell’errata logica dell’inseguire la singola opportunità di finanziamento o il bando prossimo alla scadenza per poi abbandonare tutto una volta rivelatasi effimera e inconcludente tale procedura.
Tavoli di partenariato strutturato, sinergico e sostenibile tra enti locali, imprese, associazioni, sono la premessa indispensabile per porre in essere progetti di sviluppo del territorio, attraverso la riscoperta delle radici storico-cultuali, i sapori e le essenze delle nostre terre, dialetti, tradizioni popolari, manifestazioni folkloristiche che caratterizzano la diversità linguistica e culturale dei popoli europei, percorsi innovativi mediante l’utilizzo dei nuovi strumenti della tecnologia e della comunicazione digitale.
La piattaforma di collaborazione costruita in questi sette anni da Prospettiva Europea attorno alla Rivista Europalab tra associazioni, enti locali, università, enti di formazione, imprese, attive soprattutto in Campania e Lazio (tra cui Rubbettino Editore, Scuola di Liberalismo, l’associazione Argomenti, il centro studi Cesec dell’Università L’Orientale, Guida Editori, Mondadori Bookstore Salerno, ed altre realtà culturali e professionali) è nata e si è consolidata per queste finalità, per cogliere l’essenza positiva del fare rete e del lavoro in team in una visione di lungo periodo, aggregando e valorizzando tutte le energie positive dei nostri territori per riprogettare l’Europa dal basso e ricostruire un autentico senso di consapevole cittadinanza europea.

Roberto Giuliani, Presidente Associazione Prospettiva Europea

You must be logged in to post a comment Login