Bando Daphne per sostenere le vittime della violenza di genere 2017

daphneNell’ambito del Programma europeo “Diritti, uguaglianza e cittadinanza” sono previste azioni di sostegno a progetti volti a contrastare la violenza di genere, come iniziative di rafforzamento delle capacità e corsi di formazione, programmi di sostegno rivolti, ad alcune delle vittime più vulnerabili della violenza di genere, attività di apprendimento reciproco, scambio di buone pratiche e attività di sensibilizzazione.

Il Bando Daphne per sostenere le vittime della violenza di genere ha una dotazione di 4 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle domande è Mercoledì 8 Marzo 2017.
Destinatari dell’azione sono le vittime effettive o potenziali della violenza di genere (donne e ragazze, rifugiati e migranti, persone con disabilità, Rom, persone appartenenti a minoranze nazionali etniche o religiose, LGBT, donne anziane, donne senza fissa dimora), gli autori di violenza basata sul genere, i soggetti coinvolti nelle attività di prevenzione (operatori di polizia, avvocati, insegnanti, medici, personale dei servizi di assistenza, datori di lavoro, medici, psicologi, datori di lavoro).
Beneficiari del finanziamento devono essere organizzazioni senza scopo di lucro quali: Amministrazioni locali, Amministrazioni nazionali, Amministrazioni Regionali, Associazioni di promozione sociale, Centri/Enti di ricerca, Enti di Formazione, Imprese sociali, ONG, Organizzazioni di volontariato, Organizzazioni internazionali, Organizzazioni non profit, Parti Sociali, Scuole, Università.Le organizzazioni profit possono partecipare solo come partner e non come proponenti. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali
Nel quadro del Programma Diritti, uguaglianza e cittadinanza le entità affiliate a un beneficiario non sono considerate come partecipanti al progetto ed i loro costi non sono ammissibili.
I paesi aderenti al Programma sono i 28 membri dell’Ue più l’Islanda.
La sovvenzione dell’UE non può costituire più dell’80% dei costi totali ammissibili del progetto e non può essere inferiore a 75.000 euro.

Il programma “Diritti, uguaglianza e cittadinanza” subentra a tre programmi operativi nel periodo 2007-2013:
Daphne III
Diritti fondamentali e cittadinanza
– Programma Progress – Sezioni “Parità fra uomini e donne” e “Diversità e lotta contro la discriminazione”

Il programma intende contribuire al consolidamento della tutela dei principi di uguaglianza e dei diritti delle persone, sanciti dai Trattati UE, dalla Carta dei diritti fondamentali dell`UE e dalle Convenzioni internazionali in materia di diritti umani.

In particolare, i suoi obiettivi specifici sono:
– promuovere l`attuazione efficace del divieto di discriminazione (basato su sesso, razza o origine etnica, religione o convinzioni personali, disabilità, età o orientamento sessuale), compreso il divieto di discriminazione sancito dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE;
– prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l`omofobia e le altre forme di intolleranza;
– promuovere e proteggere i diritti delle persone disabili;
– promuovere la parità tra donne e uomini e l`integrazione di genere;
– prevenire e combattere tutte le forme di violenza nei confronti di bambini, giovani e donne, nonché verso altri gruppi a rischio, e proteggere le vittime;
– promuovere e tutelare i diritti del minore;
– contribuire a garantire un livello elevato di protezione dei dati personali;
– promuovere e rafforzare l`esercizio dei diritti derivanti dalla cittadinanza dell`Unione;
– promuovere, nel mercato interno, l’esercizio dei diritti a tutela dei consumatori e di quelli derivanti dalla libertà di impresa.

Per maggiori informazioni:
http://ec.europa.eu

You must be logged in to post a comment Login