Una generazione di volenterosi “si alzi per l’Europa”

cover-stand-up-portici

 

 

 

La testimonianza di Massimiliano Avino, team leader Stand Up For Europe Napoli, sull’impegno del gruppo per un’Europa unita e democratica, che sappia ripartire dalle città, centri d’azione e crocevia politico-culturali.

Stand Up For Europe Napoli è il team locale dell’organizzazione non profit belga (ASBL) Stand Up For Europe, movimento d’opinione paneuropeo strutturato ad un livello cittadino per la promozione di un’Europa unita, più democratica e vicina al singolo.
L’organizzazione siffatta riflette l’esigenza di creare un raccordo costante tra la realtà cittadina e la realtà europea, evidenziando due fattori di rilievo quali:
– la centralità delle città come centri d’azione nei quali il cittadino è chiamato ad affrontare le cruciali sfide globali nel contesto irriducibilmente diverso delle aree metropolitane del continente europeo, ove ogni identità può svilupparsi sulla ricchezza del patrimonio culturale, delle tradizioni e delle risorse di cui ogni individuo è portatore;
– l’importanza delle città come crocevia culturali e laboratori per la democrazia e l’evoluzione politica.

Il team si è costituito ufficialmente il 21 marzo 2017 in occasione dell’evento di presentazione tenutosi nella prestigiosa cornice della storica casa editrice Guida di via Bisignano. Nella fase immediatamente successiva alla creazione del team sono stati fondamentali gli apporti, il coordinamento e la partecipazione dell’associazione Prospettiva Europea e della sezione partenopea della Gioventù Federalista Europea, con la consapevolezza che solo una nutrita trama di collaborazioni può pianificare e realizzare azioni efficaci ed efficienti nel breve quanto nel lungo periodo ed enucleare e stimolare lo sviluppo di idee e progetti di respiro europeo dal tessuto associativo napoletano, terreno fertile per la cosiddetta europrogettualità.

La collaborazione è stata suggellata dalla istituzione, su iniziativa di Roberto
Giuliani di Prospettiva Europea
, della rete “Perché l’Europa?” nata in occasione della Festa dell’Europa 2017 al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica verso un’attiva e consapevole cittadinanza europea.
Gli eventi organizzati, a livello metropolitano e interregionale, hanno permesso la creazione di collaborazioni con associazioni, esponenti del mondo accademico, movimenti europeisti. Negli ultimi mesi noi attivisti e membri di @StandUp abbiamo intensificato le relazioni con personalità di spicco di orientamento politico liberale, radicale ed europeista al fine di evidenziare i nostri obiettivi e valori nonché di trasfondere le nostre idee contenute nel manifesto, nei documenti programmatici e nello statuto della nostra associazione, sulla scorta dei consigli e delle osservazioni prodotte in ambiente europeo durante convegni, conferenze o semplici dibattiti sul web e sui forum delle piattaforme social. Talune iniziative della nostra sezione e della rete “Perché l’Europa?”, nonché le nostre partecipazioni ad eventi e dibattiti cui siamo stati invitati hanno ottenuto visibilità nella stampa online (“Il Mattino”, “Huffington Post”). Di recente abbiamo giovato della collaborazione dei giovani membri napoletani del Comitato Ventotene, associazione desiderosa di partecipare nella vita culturale e politica del Paese e dell’intesa con Piercamillo Falasca, esponente di Forza Europa e direttore editoriale di “Strade”. La nostra sezione è in continua espansione e alla ricerca di nuovi membri poiché un’Europa imperniata sul diritto comunitario, federale con un governo ed un bilancio comuni potrà levarsi come reale e genuino ordine autentico di grossiana formulazione sull’attuale ordinamento europeo sulla scorta di quelle naturali suggestioni, considerazioni e pensieri che naturalmente ribollono nel calderone della realtà sociale, tormentata dalle sfide che un Mondo complesso e globalizzato comporta, e che necessitano in primis di azioni partecipative per la realizzazione di un’Europa moderna e democratica che sostituisca politicamente gli Stati nazionali europei, divenuti troppo piccoli per risolvere i problemi posti dalla fervida e dinamica realtà globale. Contro le facili promesse dei populismi auspichiamo che una generazione europea di volenterosi individui “si alzi per l’Europa” e rivendichi la titolarità del proprio destino collettivo, che rivendichi un futuro migliore, più giusto, più equo. Un’Europa unita e federale non potrà che prodursi da questi ed altri fenomeni associativi in cui si originano azioni di rinnovamento del tessuto politico e sociale e nei quali prende forma la personalità di ogni individuo.

Massimiliano Avino, team leader Stand Up For Europe Napoli

You must be logged in to post a comment Login