Road to Brexit: rischi e opportunità per l’economia italiana

road-to-brexitSi terrà a Milano lunedì 15 ottobre, presso lo studio legale Simmons&Simmons la tavola rotonda promossa da The Smart Institute think tank e Comitato Select Milano alla vigilia del Consiglio Europeo in programma giovedì 18, decisivo per i negoziati su Brexit.
Il dibattito rivolto alla Business Community di Milano sarà incentrato sulle future relazioni tra Unione Europea e Regno Unito, e in particolare sui rischi ed opportunità per l’economia italiana, come sottolineato dalle dichiarazioni degli organizzatori.

Merella (Smart Institute): E’ necessario promuovere la centralità della piazza finanziaria milanese per cogliere le opportunità delineata dalla Brexit, anche alla luce delle recenti incertezze sulla crescita del PIL evidenziate da più istituzioni.
Scuotto (Smart Institute): La Brexit ci stimola anche ad una riflessione più seria sul nostro europeismo. 60 anni di integrazione hanno costruito il più grande mercato libero della storia. Una collaborazione non solo economica ma anche a livello di intelligence e lotta al terrorismo internazionale.
Angiolillo (Smart Institute): È auspicabile che Unione Europea e Regno Unito raggiungano un’intesa equilibrata, nel rispetto delle reciproche aspettative, che consenta di mantenere efficaci relazioni economiche e commerciali anche nel post Brexit.

Il Consiglio Europeo che si terrà il 18 ottobre rappresenta uno snodo decisivo nel percorso verso la Brexit. Allo stato attuale i negoziati tra Unione Europea e Regno Unito sono caratterizzati dalla difficoltà nel trovare un’intesa su due punti fondamentali: le relazioni commerciali tra le parti nel dopo Brexit e la questione del confine irlandese.
In questo contesto la bocciatura da parte dei negoziatori europei della proposta avanzata dal Governo Britannico, il cosiddetto accordo di Chequers, induce ad intensificare i negoziati per la definizione di una soluzione condivisa in vista della deadline del 18 ottobre aprendo al contempo la strada ad una separazione senza accordo.
È di questi temi che si discuterà il 15 ottobre a Milano, in via Tommaso Grossi 2, in un dibattitto rivolto alla business community sul tema “Road to Brexit: stato dell’arte, rischi e opportunità per l’economia italiana alla vigilia della riunione del Consiglio Europeo” promosso da The Smart Institute Think Tank e Comitato Select Milano con la collaborazione dello studio legale Simmons & Simmons che ospiterà l’evento.
Alla tavola rotonda parteciperanno esponenti delle istituzioni italiane, con Lia Quartapelle della Commissione Esteri della Camera dei Deputati e Gianmarco Senna Presidente della Commissione Attività Produttive di Regione Lombardia, ed esponenti del mondo economico, con Maurizio Bernardo presidente di Beyond e già Presidente della Commissione Finanze della Camera dei Deputati, Romeo Battigaglia, Partner di Simmons & Simmons e Strategy Director di Select Milano, Bepi Pezzulli, Presidente di Select Milano e autore del Libro “L’Altra Brexit. Geopolitica & Affari”, Vincenzo Scuotto, Vice Presidente di The Smart Institute e Mario Angiolillo, Direttore dell’Osservatorio Relazioni USA-UK-EU di the Smart Institute.

Obiettivo del dibattito è quello di porre i riflettori su un tema, il divorzio del Regno Unito dall’Unione Europea, che avrà certamente delle ripercussioni sull’economia italiana, andando ad analizzarne in maniera accurata e dettagliata le ricadute attese sul nostro sistema economico, i rischi e le opportunità offerte, e più in generale il futuro delle relazioni anglo-italiane. Il percorso verso Brexit sta volgendo a compimento e il Consiglio Europeo del 18 ottobre è stato identificato come la tappa decisiva. È importante che l’economia e la politica italiana sappiano farsi trovare pronte.

You must be logged in to post a comment Login