La Capitale europea della Cultura 2019 è Matera

matera-2019L’annuncio al Mibact. Battute Lecce – altra grande favorita -, Cagliari, Perugia-Assisi, Ravenna e Siena
E’ Matera la città italiana designata come capitale europea della cultura per il 2019.
La scelta è stata comunicata questo pomeriggio dal presidente della giuria Steve Green al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini.

La città dei Sassi ha battuto le altre cinque città candidate Cagliari, Lecce, Perugia-Assisi, Ravenna e Siena.

Una scelta in qualche modo conbattuta a giudicare dal voto che non è stato unanima da parte della commissione: a Matera, infatti, sono andati 7 dei 13 voti della giuria. Un dettaglio che la dice lunga come lo scarto con Lecce (l’altra principale favorita) sia stato proprio minimo.

Il commissario Ue alla Cultura Androulla Vassiliou si congratula con Matera: “La competizione per aggiudicarsi questo titolo in Italia è stata estremamente accesa con 21 città concorrenti. L’alto numero di partecipanti testimonia l’immenso favore di cui gode l’iniziativa”.
“Sono certa che Matera attrarrà ancora più visitatori – aggiunge – spinti dal desiderio di scoprire la città e la sua storia e di apprezzare la varietà culturale che rappresenta uno dei punti di forza del nostro continente”.

Matera2019LA FESTA – L’annuncio della designazione di Matera a Capitale europea della Cultura 2019 ha fatto esplodere la festa in piazza San Giovanni, nel pieno centro storico della Città dei Sassi, dove in migliaia si sono ritrovati davanti al maxischermo per assistere in diretta al verdetto. In tanti si stanno abbracciando e stanno sventolando le bandiere con il logo “Matera 2019”. Sul palco anche il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella e il Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo.

LE LACRIME DI GIOIA DI PITTELLA“Vince Matera. Stravince la Basilicata. Avverto sulla mia pelle i brividi e le lacrime di una intera regione che esulta di gioia. Non ho parole per descrivere l’emozione di questi primi minuti di festa collettiva”. Sono le prime parole del Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), che, in lacrime, sul palco a Matera, ha assistito alla proclamazione della città lucana a Capitale europea della Cultura 2019.

“Abbiamo testardamente perseguito e conquistato un obiettivo che – aggiunge il governatore lucano – sembrava superiore alle nostre forze, proiettandoci in una dimensione europea che consentirà alla Città dei Sassi di essere Capitale della Cultura Europea nel 2019. In quel ruolo, ne sono certo, Matera si troverà a proprio agio e rappresenterà degnamente il nostro Paese, così come peraltro avrebbero fatto le altre cinque, bellissime città italiane entrate nella short list finale e alle quali va il mio sentito ringraziamento per averci accompagnato in questa sfida esaltante. In fondo, sapevamo, sin dal primo momento, di potercela fare. Perchè la bellezza millenaria di Matera è qui, sotto gli occhi di tutti”.

“E chiunque – aggiunge – dal turista affamato di novità al visitatore casuale e distratto, non può che restare affascinato dinanzi alla bellezza architettonica dei Sassi e alla forza ammaliante dei suoi antichi rioni. Ora che il sogno si è avverato, comincia la vera partita: quella che dovrà fare di Matera un punto di riferimenti forte della Cultura Europea già a partire da domani e comunque prima ancora di brindare al capodanno 2019, Anche qui, sono certo che l’unità dei lucani saprà fare da sprone all’intera classe dirigente di Basilicata perchè le cose che abbiamo detto di voler fare si facciano veramente. E io sono certo che – conclude Pittella – gli impegni assunti saranno mantenuti”.

FRANCESCHINI: PRESTO CAPITALE ITALIANA DELA CULTURA
“Stiamo lavorando per avere presto una capitale italiana della cultura”: questo l’annuncio del ministro Dario Franceschini subito dopo la designazione di Matera a capitale europea della cultura per il 2019. “Vogliamo sfruttare le norme contenute nell’Art-bonus per promuovere una sana competizione tra le città italiane – ha continuato il ministro – inoltre grazie ai provvedimenti contenuti nel decreto abbiamo intenzione di continuare a valorizzare i progetti delle sei città candidate: il loro patrimonio non sarà perso anzi avrà uno sbocco positivo”.

Il ministro ha tenuto a sottolineare che l’avventura di Europa 2019 è stata “un’esperienza formidabile per le sei città e per il Paese intero”. “Finalmente sono stati elaborati progetti a lungo termine – ha concluso – è questa la strada virtuosa da percorrere”.
Vedi anche Matera-Basilicata 2019

One Response to La Capitale europea della Cultura 2019 è Matera

  1. maria maresca poff 21 ottobre 2014 at 1:10

    Sono stata ammaliata dalla citta’ dei Sassi da quando lessi un lungo dettagliato ed interessante articolo su “Bell’Italia” anni fa. Ho realizzato il mio sogno di visitarla dopo il 2000 ma non quello di comprare un piccolo vano scavato nella montagna. Tardi per potermelo permettere. Congatulazioni! Ne sono orgogliosa. Ho vissuto a Potenza in Lucania quando mio padre era maresciallo di Pubblica Sicurezza negli anni ’50. Ho lasciato un po’ del mio cuore anche in Lucania perche’ in effetti sono nata a Napoli.

You must be logged in to post a comment Login