In trasferta con Erasmus per giovani imprenditori

erasmus-entrepreneursArticolo di Giulio Del Vecchio sulle opportunità delineate dal programma europeo Erasmus for young entrepreneurs.

Con il programma Erasmus per giovani imprenditori, dal 2009 la Commissione concede a nuovi e aspiranti imprenditori una serie di straordinarie opportunità per l’apprendimento di tecniche professionali, imparando direttamente da imprenditori affermati ed esperti in altri Paesi.
Erasmus per giovani imprenditori è un programma europeo che offre ai beneficiari la possibilità di recarsi in un altro Paese europeo per imparare professionalità, presso imprenditori affermati che gestiscono Piccole o Medie imprese, il soggiorno può durare da una settimana a sei mesi e può essere diviso in intervalli entro un arco di dodici mesi.
Al giovane o aspirante imprenditore la Commissione Europea in collaborazione con l’Associazione delle Camere di commercio e dell’industria europee offre un sostegno professionale e finanziario, coprendo le spese di viaggio e alloggio. Presso l’azienda dell’imprenditore ospite i beneficiari devono effettuare indagini di mercato e sviluppare nuove opportunità di business, partecipare a progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, perfezionare il proprio progetto d’impresa, migliorare le tecniche della finanza aziendale imparando strategie di vendita e strategie di marketing.

Il programma europeo è gestito da una rete di organizzazioni, come Camere di Commercio e Incubatori, che sostengono il beneficiario, presso l’azienda dell’imprenditore ospite.
La domanda di partecipazione si compila on line, sul sito web erasmus-entrepreneurs.eu: qui vengono fornite le informazioni su soggiorno, imprenditore ospite, azienda, uno sportello in loco fornisce assistenza al candidato. Una volta pianificato il soggiorno all’estero il candidato sceglie l’imprenditore ospite da un catalogo con l’ausilio del centro di contatto locale, deve compilare il curriculum vitae, la lettera di motivazione se è un aspirante imprenditore, deve compilare il progetto di impresa e il formulario on line, deve concordare con l’imprenditore ospite un progetto di lavoro e apprendimento presso la sua azienda, deve sottoscrivere con firma digitale l’accordo di finanziamento con il centro di contatto e un progetto di impegno per la qualità. Ai partecipanti si richiede di provare la propria intenzione di intraprendere una nuova attività imprenditoriale o, altrimenti, di provare di avere già avviato la propria impresa entro gli ultimi 3 anni, non ci sono limiti di età, si chiede di risiedere stabilmente in un in uno dei Paesi partecipanti al programma o di partecipare al programma Cosme da almeno 180 giorni, di essere disposti a contribuire allo sviluppo dell’attività dell’imprenditore ospite mettendo a sua disposizione competenze e abilità, di avere la disponibilità economica per la quota esclusa dal finanziamento. Se il candidato vive in uno dei pochi Stati in cui non sono disponibili sportelli può rivolgersi ad un altro Paese che aderisce al programma.

È fondamentale che gli imprenditori dell’Unione europea conoscano il mercato unico, i vantaggi per piccole medie imprese, la libera circolazione di merci, servizi e capitali, i servizi di consulenza gratuiti, la proprietà intellettuale europea, le opportunità di accesso ai finanziamenti.

Il programma è stato avviato nel 2009 dalla Commissione Europea a seguito di un’iniziativa del Parlamento europeo, ha dimostrato un impatto positivo sulla promozione di pratiche innovative e di nuovi prodotti e servizi, è una delle iniziative chiave del Piano di Azione Imprenditorialità 2020, che mira a sostenere le aziende proprio nelle fasi cruciali del loro ciclo di vita.
Gli imprenditori che hanno partecipato a questi scambi internazionali riferiscono che le loro imprese crescono di più e creano posti di lavoro, gli imprenditori affermati usano il programma come piattaforma per sperimentare a basso rischio un potenziale ampliamento dell’azienda. Circa l’87 % delle start up fondate dai precedenti partecipanti al programma è ancora attivo, il 65% degli imprenditori esperti ha esteso le proprie operazioni all’interno o all’esterno dell’Unione europea, i beneficiari hanno dimostrato di essere più attivi della media europea, il 73 % dei giovani imprenditori ha sviluppato nuovi prodotti e servizi, con Erasmus per giovani imprenditori sono già avvenuti oltre 3000 scambi internazionali. Il programma europeo sostiene il consolidamento di competenze e attitudini sia trasversali che professionali, dalla fiducia in sé alle competenze di gestione, si possono raggiungere con successo vari obiettivi, ad esempio consolidare una mentalità europea fortemente competitiva nelle PMI italiane ed europee, creare start up costituite da piccole imprese. Anche gli imprenditori poco esperti potranno finalmente diventare competitivi, riuscire a condividere esperienze e prassi internazionali, conoscere un potenziale partner per lavorare con maggiore sicurezza e fiducia in se stessi.
Con l’approvazione della Legge di stabilità lo Stato italiano ha recepito la Raccomandazione CE 2003 / 361 e ha equiparato liberi professionisti e titolari di partita iva, anche lavoratori autonomi, a piccole medie imprese, consentendo loro la possibilità di accedere a finanziamenti europei.

Per maggiori informazioni: il sito del programma

You must be logged in to post a comment Login