2018 Anno europeo del patrimonio culturale

anno-2018L’Anno europeo 2018, è dedicato alla valorizzazione del patrimonio culturale, a livello europeo, nazionale, regionale e locale.
L’obiettivo dell’Anno europeo del patrimonio culturale è quello di incoraggiare il maggior numero di persone a scoprire e lasciarsi coinvolgere dal patrimonio culturale dell’Europa e rafforzare il senso di appartenenza a un comune spazio europeo. Il motto dell’anno è: “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”.

Durante l’Anno avranno luogo una serie di iniziative e di manifestazioni in tutta Europa per consentire ai cittadini di avvicinarsi e conoscere più a fondo il loro patrimonio culturale, sul quale si plasma la nostra identità e la nostra vita quotidiana, nelle città e nei borghi d’Europa, nei paesaggi naturali e nei siti archeologici. Non si tratta soltanto di letteratura e arte, ma anche di artigianato, tradizioni, ricchezze enogastronomiche, difici, monumenti, artefatti, abbigliamento, rappresentazioni, espressioni, conoscenze, arti dello spettacolo, pratiche sociali.

Il patrimonio culturale ha un valore universale e un ruolo fondamentale nella costruzione del futuro dell’Europa: per questo l’Anno europeo è dedicato soprattutto ai giovani.

L’Anno europeo 2018 è un’opportunità per tutti i cittadini europei di sperimentare, apprezzare e godere del patrimonio culturale, partecipando alle migliaia di attività che si svolgeranno in tutta Europa. Ogni Stato membro ha nominato un coordinatore nazionale per attuare l’Anno e coordinare gli eventi e i progetti a livello locale, regionale e nazionale, coinvolgendo le principali parti interessate del settore culturale e le organizzazioni della società civile.

A livello europeo, tutte le istituzioni dell’Unione europea sono impegnati per il successo dell’iniziativa: la Commissione europea, il Parlamento europeo, il Consiglio dell’Unione europea, il Comitato europeo delle regioni e il Comitato economico e sociale organizzeranno eventi per celebrare l’Anno e inaugurare attività incentrate sul patrimonio culturale.

Inoltre, l’UE finanzierà progetti a sostegno del patrimonio culturale. Un apposito invito a presentare progetti di cooperazione relativi all’Anno è stato pubblicato nell’ambito del programma “Creative Europe“. Numerose altre opportunità saranno disponibili nel quadro dei programmi dell’UE della gestione diretta come Erasmus+, Europa per i cittadini, Horizon 2020.

Al fine di lasciare un’impronta ben oltre il 2018, la Commissione, in collaborazione con il Consiglio d’Europa, l’UNESCO e gli altri partner, gestirà dieci progetti a lungo termine. Questi comprenderanno le attività con le scuole, la ricerca su soluzioni innovative per riutilizzare gli edifici appartenenti al patrimonio culturale o per contrastare il traffico illecito di beni culturali. L’obiettivo è stimolare un cambiamento reale nel modo di fruire, tutelare e promuovere il patrimonio culturale, facendo sì che l’Anno europeo crei benefici per i cittadini a lungo termine.

Per maggiori informazioni: https://europa.eu/cultural-heritage/

You must be logged in to post a comment Login